Resoconto Corso di Rho (MI)

A maggio si è tenuto a Rho (Mi) il corso di base sulla registrazione dei tumori. Ora è disponibile il resoconto e si possono scaricare i materiali

I primi quattro lunedì di maggio 2010 si è tenuto a Rho (MI) Principi e Metodi, corso di base sulla registrazione dei tumori. Organizzato dalla Regione Lombardia in collaborazione  ASL Milano 1 ed AIRTUM, il corso era rivolto agli operatori dei nuovi Registri tumori e al personale neo assunto dei Registri già accreditati.

La location
L’iniziativa è stata ospitata presso il collegio dei padri Oblati, parte integrante del Santuario dell'Addolorata di Rho, voluto da S. Carlo Borromeo che ne pose la prima pietra nel 1584 e ne affidò la progettazione al suo miglior architetto, Pellegrino Pellegrini.

Obiettivi
Nelle 32 ore di lezione gli organizzatori hanno voluto affrontare in modo specifico aspetti pratici e gestionali, proporre  esercitazioni sulla casistica e promuovere opportunamente la dimensione qualitativa propedeutica ai percorsi di accreditamento e certificazione.

Il programma svolto
Il percorso formativo si è sviluppato come da programma; i diversi relatori hanno gestito con autorevolezza gli argomenti e risposto con competenza ai quesiti d’aula. Nella prima giornata si sono affrontati temi relativi alla gestione e criticità dei flussi informativi, la definizione di caso e i confronti dei software di codifica automatica. Nella seconda e nella terza giornata sono stati trattati temi di codifica, stadiazione e specifiche patologie oncologiche. Nella quarta giornata si sono approfonditi i temi degli indicatori di qualità, del percorso di accreditamento e certificazione e del problema della privacy nei Registri tumori.

Partecipazione
Hanno partecipato all'iniziativa 35 operatori addetti alla registrazione dei tumori di 12 ASL lombarde. Gli incontri si sono svolti in un clima sereno e i partecipanti hanno espresso gradimento. L’iniziativa è stata inoltre trasmessa in streaming attraverso il canale video del sito AIRTUM con 365 utenti complessivi, di cui 105 dalla Lombardia, 89 dalla Puglia, 39 dalla Emilia Romagna, 29 dal Piemonte, 21-23 utenti da Lazio Sicilia Sardegna e Veneto e con minor numeri da altre regioni.