I numeri del cancro in Italia 2011

Il volume, nato dalla collaborazione di AIOM e AIRTUM, riporta indicatori epidemiologici, fattori di rischio e prospettive terapeutiche

 Vai alla pagina del volume dove trovi anche la rassegna stampa

Presentazione

Il 6 dicembre 2011 presso il Ministero della Salute si è tenuta la conferenza stampa per la presentazione del volume I numeri del cancro in Italia 2011, frutto della collaborazione tra AIRTUM e AIOM (Associazione italiana di oncologia medica). In questo documento, che trae ispirazione dai “Cancer Facts & Figures” dell’American Cancer Society, sono riportati in forma sintetica e unitaria non solo i più importanti indicatori epidemiologici (incidenza, mortalità, sopravvivenza e prevalenza), ma anche le informazioni sui fattori di rischio e sulle prospettive terapeutiche per i principali tumori.

Il Ministro della salute Renato Balduzzi è intervenuto all’evento e ha affermato che è un bene avere a disposizione questi dati, che è un bene che in Italia si guarisca quanto e più che nel resto d’Europa, che bisogna capire il perché dei buoni risultati italiani e che resta aperto il problema delle differenze geografiche interne al nostro Paese.

Il presidente di AIOM Marco Venturini ha sottolineato che questo volume, il primo di una lunga serie con aggiornamenti annuali, non è un trattato per addetti ai lavori bensì una guida fondamentale per orientare le politiche sanitarie, che sarà a disposizione delle istituzioni.

Il segretario di AIRTUM Stefano Ferretti ha evidenziato quanto sia stato importante il ruolo dei Registri tumori per la produzione di questo rapporto. I Registri, seppur tra le difficoltà normative che ancora oggi non permettono loro di lavorare nel rispetto delle norme che regolano la tutela dei dati sensibili, stanno aumentando la copertura sul territorio nazionale, rendendo possibile il traguardo del 50% come previsto dal Piano oncologico nazionale 2010-12.

La redazione, dicembre 2011