Finanziato il registro tumori pugliese

Finanziato dalla regione il Registro tumori pugliese nell'Istituto oncologico di Bari

Torna alle notizie

Con l’approvazione del Documento di indirizzo economico e funzionale del servizio sanitario regionale per il 2007 la Giunta regionale pugliese ha destinato la somma di 250.000 Euro per la realizzazione del registro regionale dei tumori a cura dell’IRCCS Oncologico di Bari di concerto con l’Osservatorio epidemiologico regionale, l’ARES e l’ARPA. L’iniziativa rientra tra i progetti obiettivo di rilevanza regionale ed è stata affidata al Settore assistenza territoriale e prevenzione dell’Assessorato alle politiche della salute.

La Direzione generale dell’Istituto tumori di Bari considera l’istituzione del Registro tumori pugliese un obiettivo importante per la conoscenza della distribuzione delle malattie oncologiche sul territorio regionale, sinora resa solo parzialmente nota attraverso i registri delle cause di morte. La nascita dell’RTP permetterà inoltre di individuare aree a rischio incrociando i dati di incidenza dei tumori con i dati ambientali sulla presenza di cancerogeni rilevati dall’ARPA, obiettivo questo molto sentito in diverse aree della regione. Potrà anche essere consolidata la prima esperienza pugliese di Registro tumori, quello ionico-salentino, che ha permesso di dire parole definitive sugli eccessi di tumori nell’aree ad alto rischio di crisi ambientale come Brindisi e Taranto.

Inoltre, l’individuazione dell’IRCCS Oncologico quale sede dell’istituendo Registro tumori estende significativamente il suo ruolo dalla ricerca nel campo della cura e della prevenzione secondaria alla sempre più necessaria ricerca nel campo della prevenzione primaria dei tumori, cioè dei cancerogeni e delle cause del cancro negli ambienti di vita e di lavoro.

La Direzione Generale IRCCS Istituto Tumori Bari
Bari, 7 agosto 2007.

Torna alle notizie