Dal 35° meeting IACR

A Buenos Aires (Argentina), tra il 22 e il 24 ottobre 2013, si è svolto il 35° meeting annuale dell'International Association of Cancer Registries.

Il 35° meeting dell’International Association of Cancer Registries, organizzato con la collaborazione dell’Instituto Nacional del Cáncer (INC, Agentina) e del Registro tumori di Bahía Blanca (Argentina), quest’anno si è svolto a Buenos Aires, presso la sede dell’Academia Nacional de Medicina.

L’evento ha riunito i rappresentanti dei registri tumori e delle istituzioni a essi correlati provenienti da tutti i continenti, con una prevalenza delle delegazioni del Paese ospitante e, in generale, delle nazioni in via di sviluppo.

Il tema principale di questa edizione è stato “Registri tumori: valutazione dei fattori di rischio e qualità dell’assistenza”. Il convegno si è articolato in sette sessioni:

  1. Utilità dei registri tumori di popolazione nella valutazione dello screening;
  2. Importanza dei registri tumori nel disegno e nel follow-up dei programmi di controllo della patologia oncologica e della qualità dell’assistenza;
  3. Interazione tra registri ospedalieri e registri di popolazione;
  4. Strumenti informatici;
  5. Resoconto dell’attività della IACR;
  6. Tavola rotonda sul ruolo dell’INC nello sviluppo dei registri tumori;
  7. Importanza delle biobanche nell’attività dei registri tumori.

I partecipanti hanno potuto assistere a oltre 40 presentazioni visionare circa 80 poster.

L’Associazione italiana dei registri tumori ha partecipato con una presentazione orale, espressione dalla monografia 2012 sull’epidemiologia dei tumori infantili in Italia. Da segnalare anche il Registro tumori della Puglia con una presentazione sulla lettura automatizzata delle stringhe di testo dai referti delle anatomie patologiche e il Registro tumori umbro, con un poster su un modello di applicazione web per la georeferenziazione.

Nei giorni precedenti e successivi al meeting si sono svolti 4 seminari paralleli: il primo, dedicato a “Trend, incidenza, mortalità e stime”, è stato tenuto da Stefano Rosso (Registro tumori del Piemonte, città di Torino, Italia); il secondo, avente come tema la misura delle disuguaglianze e i tumori, è stato condotto da Graciela Abriata (Istituto nazionale di ricerca sul cancro, Buenos Aires, Argentina), Oscar Mujica (PAHO, Washington DC, USA) e Gisele Almeida (PAHO, Washington DC, USA); il terzo, sulla stesura delle pubblicazioni scientifiche, ha visto gli interventi di E. de Vries (Erasmus MC University Medical Center, Rotterdam, The Netherlands), M. S. Sierra (IARC, Lyon, France), M. Arnold (IARC, Lyon, France); infine, per il quarto e ultimo seminario Bernard Rachet (London School of Hygiene and Tropical Medicine, UK), Claudia Allemani (London School of Hygiene and Tropical Medicine, UK), Michel Coleman (London School of Hygiene and Tropical Medicine, UK), Gulnar Azevedo e Silva (Universidade do Estado do Rio de Janeiro, Brazil), Graciela Abriata (NCI, Buenos Aires, Argentina) hanno discuso delle analisi di sopravvivenza.

Il Premio Enrico Anglesio (IACR round) è stato assegnato, il 24 ottobre 2013, a Iman Meziane, Casablanca, Marocco, per una presentazione dal titolo: “The Moroccan breast cancer registry (MBCR): assessment of breast cancer risk in Morocco”. 

Il prossimo appuntamento sarà a Ottawa, in Canada: nel giugno 2014 (24-28) la IACR e la North American Association of Central Cancer Registries (NAACCR) organizzeranno congiuntamente un simposio che unisce le conferenze delle due associazioni (http://www.iacr.com.fr/IACR%20FlyerV2.pdf).