Metabolismo e cancro endometriale

Le donne affette da sindrome metabolica hanno un rischio più alto di sviluppare un cancro dell’endometrio.

E’ quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista dell’American Association for Cancer Research (Cancer Epidemiol Biomarkers Prev; 24(1); 261-7 - doi: 10.1158/1055-9965.EPI-14-0923) che ha esaminato il coinvolgimento di fattori metabolici nella genesi del cancro endometriale. Con uno studio caso-controllo sono stati analizzati oltre 16.000 casi di donne di età superiore a 65 anni che avevano ricevuto una diagnosi di cancro endometriale tra il 1997 e il 2003 (i controlli sono stati forniti da oltre 100.000 donne residenti nella stessa area geografica dei casi considerati).

Era già stata dimostrata l’esistenza di un legame tra sindrome metabolica e incremento del rischio di cancro endometriale, ma non era chiaro se tale associazione fosse legata all’obesità da sola o ad altri componenti del disturbo metabolico. In questo studio i ricercatori hanno voluto indagare il ruolo di altri fattori metabolici oltre l’ecesso ponderale, quali alta pressione, alterazioni nel metabolismo del glucosio e alti livelli di trigliceridi, scoprendo che ognuno di questi era associato all’incremento di rischio di cancro dell’endometrio.

«La diagnosi di sindrome metabolica non solo si associa a maggiori probabilità di cancro endometriale, ma sembra aumentarne il rischio indipendentemente dalla presenza di un aumento ponderale» conclude uno degli autori, Britton Trabert, del National Cancer Institute di Bethesda.