Cancro del seno: un’eredità anche paterna

Una storia familiare di cancro della prostata aumenta il rischio di tumore del seno per le donne in post menopausa.

Si sapeva che la presenza di parenti stretti con un tumore della prostata o del seno aumenta il rischio di contrarre lo stesso tipo di cancro per i congiunti del medesimo sesso. Ora, il lavoro di un gruppo di ricercatori della Wayne State University di Detroit, Michigan, aggiunge un altro tassello al quadro.

Analizzando la storia clinica familiare di circa 78.000 donne in post menopausa incluse nell’Health initiative observational study hanno osservato come, per le donne, il fatto di avere un parente di primo grado con cancro alla prostata aumenti del 14% il rischio di contrarre un tumore della mammella. Nel caso in cui nella storia familiare si annoverino casi sia di cancro prostatico sia di tumore della mammella, il rischio per le donne di cancro del seno aumenta del 78%.

«L’incremento del rischio di cancro al seno associato a una familiarità positiva per carcinoma prostatico è modesta, ma quasi raddoppia nelle donne con parenti di primo grado ammalatisi di entrambi i tumori» afferma Jennifer Beebe-Dimmer, prima firmataria del lavoro uscito su Cancer (DOI: 10.1002/cncr.29075), sottolineando come ora occorra determinare quale sia il contributo dei geni e dell’ambiente (presumibilmente condiviso, in parenti di primo grado) al rischio di contrarre entrambi i tumori.