Resoconto Como

Gemma Gola del Registro di Como ha scritto un resoconto dei fatti e delle proposte scaturite dalla Riunione annuale dell'AIRTUM

I partecipanti

La XVI Riunione scientifica annuale dell’Associazione Italiana dei Registri Tumori (AIRTUM), che si è svolta a Como dal 28 al 30 marzo, ha visto una consistente partecipazione di soci e di operatori sanitari locali impegnati sia in ambito clinico sia epidemiologico e di sanità pubblica.

 

I circa 200 partecipanti, provenienti da settori specialistici differenti (patologi, oncologi, igienisti, farmacisti, biologi, statistici e infermieri), hanno contributo al successo dell’incontro arricchito da un importante seminario satellite dedicato al tumori in età pediatrica e organizzato da AIRTUM in collaborazione con l'Associazione italiana ematologia oncologia pediatrica (AIEOP).

La prima giornata

Seminario satellite: “I tumori in età pediatrica”

Al Seminario, condotto in collaborazione con AIEOP, sono intervenuti clinici ed epidemiologi di rilievo in ambito nazionale ed internazionale: i progetti e le prospettive attuali e future dell’AIRTUM in questo settore sono stati presentati da Paola Pisani, a cui hanno fatto seguito interessanti interventi da parte di Gemma Gatta sui principali indicatori epidemiologici attualmente disponibili e di Corrado Magnani che ha sintetizzato lo stato dell’arte per quanto riguarda i fattori di rischio e la prevenzione dei tumori in età pediatrica. Sul versante degli approfondimenti clinici, Maurizio Aricò ha presentato alla platea lo stato dell’arte e le implicazioni prognostiche delle attuali terapie antitumorali, mentre Roberto Rondelli ha sintetizzato i dati e offerto un commento critico sull’importante tema della migrazione sanitaria in età pediatrica. La discussione è stata affidata a Benedetto Terracini e Momcilo Jankovic che hanno sollecitato la discussione dei presenti con interessanti contributi personali.

I lavori della XVI Riunione annuale AIRTUM si sono svolti presso la spaziosa e confortevole Aula Magna del Politecnico di Milano – sede territoriale di Como, in Via Castelnuovo n.7. La prima giornata ha ospitato la lettura magistrale di Paolo Foa sui tumori nelle persone anziane: implicazioni diagnostiche e cliniche. Circa il 60% dei tumori si sviluppano in persone anziane per i quali è necessario un approccio specifico non solo dal punto di vista diagnostico e terapeutico ma anche per gli importanti risvolti di carattere psicologico, relazionale e sociale. La popolazione anziana si caratterizza per la sua estrema eterogeneità: occorre avere massima attenzione nell’evitare sovra o sotto trattamento. Anche la prevenzione, in questa delicata fascia d’età, deve tener conto dell’età biologica e delle comorbidità.

 

La prima sessione dal titolo “I tumori negli anziani: approccio ed esiti”, oltre a un inquadramento demografico da parte di Nicola Caranci, ha focalizzato alcuni aspetti cruciali sulla sopravvivenza. In particolare la relazione di Alberto Quaglia, mettendo a confronto l’esperienza italiana con quella statunitense, ha evidenziato la presenza di un eccesso di rischio relativo di morte negli anziani rispetto l’età 55-69 anni, soprattutto per alcune sedi neoplastiche; Alberto Quaglia ha inoltre elencato le possibili cause su cui riflettere come clinici e programmatori di sanità pubblica. Mario Fusco ha dato rilievo alla recente monografia “La sopravvivenza dei pazienti oncologici in Italia” descrivendo con grande chiarezza e precisione la metodologia adottata dal gruppo di lavoro.
Nella seconda sessione sono stati presentati i piani di lavoro di due pubblicazioni che AIRTUM produrrà nel 2012: Paola Pisani ha presentato la monografia AIRTUM 2012 sui tumori in età pediatrica, mentre Emanuele Crocetti ha presentato il documento AIRTUM 2012 sui tumori multipli.

 

La seconda giornata

Molto ricca di contenuti, la giornata si è aperta con la relazione sulle strategie di sanità pubblica e registri tumori da parte di Carlo Zocchetti della Direzione Generale Sanità – Regione Lombardia. L’ASL di Como si è presentata con un lavoro preliminare sull’appropriatezza delle cure nell’epatocarcinoma. Fabio Falcini ha successivamente presentato la Lettura magistrale del Presidente AIOM Stefano Cascinu sulle nuove prospettive nella terapia medica dei tumori, che ha offerto anche numerosi spunti per prossime attività collaborative.

 

Nel pomeriggio Pietro Comba ha aggiornato sulla collaborazione e sugli studi in atto fra Istituto Superiore di Sanità e AIRTUM nel contesto del Progetto SENTIERI. Arrigo Bondi ha presentato un aggiornamento sui progetti in atto tra SIAPEC e Registri tumori per quanto riguarda la diagnosi strutturata in Anatomia Patologica e la possibilità di implementare un sistema informativo condiviso. Fabrizio Stracci ha infine presentato un progetto di georeferenziazione dei casi incidenti di tumore offrendo ai presenti numerosi stimoli per lo sviluppo della sensibilità degli studi di incidenza. Durante la giornata sono stati inoltre presentate numerose comunicazioni orali riguardanti studi in corso su temi di interesse del Convegno.

Durante l’assemblea dei soci che si è svolta in serata sono stati presentati i dati del Registro Tumori dell’ASL di Como e del Registro Tumori Integrato di Catania e Messina, recentemente accreditati.

La terza giornata  del convegno si è aperta con la presentazione orale di 4 poster, scelti fra i 23 pervenuti, e ha offerto ulteriori comunicazioni orali su attività in corso.

La mattinata ha ospitato una importante Lettura magistrale di Franco Berrino sullo stato dell’arte degli studi su dieta e cancro, che ha offerto un aggiornamento su questo tema, stimolando l’utilizzo dei dati dei Registri anche per studi di valutazione del rischio in questo settore.

Nel chiudere i lavori, Carlo Alberto Tersalvi e Stefano Ferretti hanno manifestato piena soddisfazione per la ricchezza dei contributi scientifici espressi dalla riunione che ha sottolineato il ruolo attuale e potenziale dei Registri tumori negli scenari della clinica e della sanità pubblica del prossimo futuro.

 

aprile 2012